Shin Bet nella bufera
L’intervento di Netanyahu

89857870100994640360no

di Yair Shalom –

Mentre infuriano le polemiche sullo Shin Bet il primo ministro Benjamin Netanyahu si schiera apertamente a sostegno per il servizio di sicurezza interna dello Shin Bet. “La lunga caccia all’uomo in Cisgiordania si è conclusa  con la cattura  dell’assassino di Givat Assaf e Ofra. Per questa operazione, elogio Yamam (le forze speciali della polizia israeliana), l’IDF e in primo luogo lo Shin Bet, che è la migliore organizzazione di controterrorismo al mondo. Dobbiamo tutti ringraziare molto Shin Bet  che si comporta professionalmente e moralmente. E per questo non può esserci spazio per attaccarlo.

Benjamin Netanyahu elogia lo Shin Bet

Benjamin Netanyahu

Critiche e polemiche sono nate dopo che  cinque adolescenti israeliani minorenni ebrei sono sospettati di aver lanciato pietre contro l’auto di una donna palestinese Aisha al-Rawb lo scorso ottobre, causandone la morte.

Aisha al-Rawb

Aisha al-Rawb

I cinque ragazzi Hanno tutti meno di 18 anni e non sono stati formalmente accusati. Gli avvocati dei minori, così come alcuni importanti personaggi pubblici, hanno criticato i metodi di interrogatorio dello Shin Bet

Alla cerimonia di giuramento di 29 nuovi giudici a Gerusalemme il presidente Reuven Rivlin sulla vicenda Shin Bet ha esortato i critici ad “astenersi dall’attaccare irresponsabilmente coloro il cui compito è difendere la sicurezza di Israele dalle minacce nazionali ed estere  La critica anche delle nostre agenzie chiave … è il miglior disinfettante e un requisito fondamentale.”

Il presidente Reuven Rivlin si congratula con i nuovi giudici israeliani

Il presidente Rivlin con i nuovi giudici israeliani

A schierarsi a sostegno degli adolescenti israeliani detenuti è il ministro della giustizia Ayelet Shaked. La Shaked ha incontrato alcuni membri della famiglia dei minori detenuti e ha chiesto che Netanyahu agisse affinchè i ragazzi venissero rilasciati il prima possibile.

Ayelet

Ayelet Shaked

E nel contempo ha anche esortato l’agenzia di sicurezza a cercare “i veri criminali”. I genitori dei tre principali sospettati hanno pubblicamente condannato sia il sistema giudiziario che lo Shin Bet durante il loro incontro con Shaked.

Condividi