Si conclude la vicenda Azaria
Domani prevista la sentenza

551097331

Il sergente Elor Azaria, un soldato israeliano giudicato responsabile dell’omicidio colposo di un assalitore palestinese avvenuto l’anno scorso a Hebron (Cisgiordania), comparirà domani di fronte al Tribunale militare di Tel Aviv per apprendere quale pena gli sarà inflitta, dopo che la pubblica accusa ha chiesto per lui fra tre e cinque anni di detenzione.

Abdel Fath Sharif

L’uccisione di Abdel Fath Sharif,

Il militare ha ucciso il palestinese, Abdel Fath Sharif, mentre era a terra gravemente ferito da spari esplosi in precedenza da altri soldati. Il ‘Caso Azarià ha appassionato la opinione pubblica, che si è divisa in due fronti molto netti. Da una lato quelli – fra cui i vertici militari ed i partiti di sinistra – che ritengono che vada punito perchè responsabile di una grave infrazione della disciplina militare.

Dall’altro il movimento dei coloni e la destra nazionalista secondo cui l’episodio avvenne al culmine della ‘intifada dei coltelli: una condanna, avvertono, rischia di seminare incertezza fra i militari che operano nei Territori.

Il premier Benyamin Netanyahu ha già affermato che anche se condannato Azaria dovrebbe beneficiare di un perdono. Oggi il ministro della difesa Avigdor Lieberman ha rilevato che si tratta di «un soldato modello» e che può attendersi, anche dopo una condanna, un atto di clemenza di vertici militari. (ANSAmed).

Condividi