“Siamo in guerra con il sionismo”
Ecco chi è Kais Saied
il nuovo presidente della Tunisia

A Tunisian holds an anti-Israel posters reading "No to a close ally to Golda Meir, Trabelsi Tunisian Tourism Minister, outside the Tunisian Tourism Ministry in Tunis, Saturday, Dec.8, 2018. Rene Trabelsi, a Jew, has been recently named Tunisian tourism minister, a first in more than 50 years. (AP Photo/Hassene Dridi)

di Franco Meda

Ha stravinto il ballottaggio con il 72,7 per cento dei voti, dopo essere arrivato in testa ai contendenti del primo turno con il 18,4 per cento dei voti. Secondo gli analisti hanno votato per lui soprattutto i giovani fra i 18 e i 25 anni (con un massiccio 90 per cento stimato).

images

Il neo-eletto presidente della Tunisia, Kais Saied gode di ampio consenso e soprattutto fra i giovani. Quindi la Tunisia del domani sembra tutta pensarla come lui.

-ansa

Kais-Saied

Ed è inquietante, drammatico, pericoloso. “Siamo in stato di guerra con il sionismo e la normalizzazione (con Israele) è un tradimento”. Parole che sgomentano, sconcertano. “Questa è la mia opinione sull’entità sionista – ha aggiunto Saied – e non cambierà. Se un giorno cambierò idea, ricordatemi ciò che ho detto ora…”

 

 

 

Condividi