Sono delle belve!
Uccisa una ragazza di 20 anni
Feriti anche il padre e il fratello

epa07787501 Israeli medicals and solders help in evacuating an Israeli casualty at Hadassah Hospital in Jerusalem, 23 August 2019, A bomb exploded next to a water spring near the Israeli settlement of Dolev in West Bank, Israeli army reported. Three civilians were injured, one of them being treated at the scene while the two others were evacuated by an army helicopter to a hospital for further medical treatment. EPA/Yonatan Sindel

Attentato esplosivo alla sorgente di Bubin, nei pressi di Dolev in Cisgiordania

Una ragazza israeliana di 17 anni è morta per le ferite riportate in un attentato esplosivo avvenuto alla sorgente di Bubin, nei pressi di Dolev, insediamento ebraico in Cisgiordania.   Nell’attacco sono stati feriti gravemente anche il padre e il fratello della ragazza. Non è ancora chiaro se l’ordigno artigianale fosse nascosto sul posto oppure sia stato lanciato verso gli israeliani. Alcuni media riferiscono di un’auto che si sarebbe allontanata subito dopo l’esplosione.

F190823FFF22.t5d5fc400.m800.wFlash90_WaterMark.tif_.xfqp_zVxY-880x495

Soldati israeliani e forze di sicurezza a Bubin, nel distretto di Binyamin in Cisgiordania,

La ragazza, il padre e il fratello di 20 anni, rimasti feriti dall’esplosione, sono stati portati con un elicottero dell’esercito in ospedale a Gerusalemme, dove la giovane è deceduta. Il portavoce militare israeliano Ron Manelis ha confermato che l’esplosione viene considerata “un grave attacco terroristico”. L’esercito – secondo i media – sta setacciando tutta la zona e ha istituito posti di blocco.

(Ansamed)

66455177_357391198305855_5346773549493256192_n

Condividi