Spagna, prolungata di un anno
la legge per gli ebrei sefarditi

lavapies

Lavapiés è l’antico ghetto ebraico di Madrid

La Spagna ha deciso di estendere di un anno la legge che rende più facile ottenere la cittadinanza per i discendenti di ebrei che sono stati costretti a fuggire cinque secoli fa durante l’Inquisizione.

Lavapiés è l'antico ghetto ebraico di Madrid

La legge – che mira a correggere “l’errore storico” di mandare gli ebrei in esilio nel 1492, costringendoli a convertirsi al cattolicesimo (o a finire bruciarti sul rogo) – è entrata in vigore nell’ottobre 2015 e  doveva scadere nell’ottobre 2018. Ma il portavoce del governo Inigo Mendez de Vigo ha detto che il governo spagnolo ha accettato di estendere la misura di un anno fino a ottobre 2019.

Finora 6.432 ebrei con discendenza spagnola, che sono noti come ebrei sefarditi, hanno ottenuto la cittadinanza spagnola senza dover rinunciare all’altra nazionalità.

 

Condividi