Spianata delle Moschee
Arrestate sessanta persone
che “incitavano alla violenza”

La polizia di frontiera pattuglia un'entrata al complesso del Monte del Tempio

La polizia di frontiera pattuglia un’entrata al complesso del Monte del Tempio

Mattinata di tensione elevata oggi a Gerusalemme, mentre la polizia presidia in forze la zona adiacente alla Spianata delle Moschee.

Manifestanti palestinesi aprono porte chiuse a chiave nella moschea di Al Aqsa

Manifestanti palestinesi aprono porte chiuse a chiave nella moschea di Al Aqsa

La polizia di frontiera pattuglia vicino all'ingresso del complesso del Monte del Tempio

La polizia di frontiera pattuglia vicino all’ingresso del complesso del Monte del Tempio

Il punto di maggiore frizione, riferiscono fonti locali, è situato sul lato orientale della Spianata, presso la Porta d’Oro: è la cosiddetta Porta della Misercordia (Bab el-Rahme in arabo, e Shaar ha-Rahamim in ebraico), dove secondo un portavoce della polizia israeliana da ieri sono state arrestate 60 persone che “incitavano alla violenza” ed in particolare a forzare sbarramenti predisposti dalla polizia.

Appelli alla mobilitazione in sostegno di ‘Bab el-Rahme’ sono giunti negli ultimi giorni sia dall’Autorità nazionale palestinese sia dai dirigenti di Hamas.

(Ansamed)

Condividi