Stati Uniti, sondaggio Gallup
Cala il “sentiment” pro Israele

Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump, a sinistra, e il primo ministro Benjamin Netanyahu si danno la mano al Museo israeliano di Gerusalemme

Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump e il primo ministro Benjamin Netanyahu

di Nick Gimbel –

E’ il punto più basso degli ultimi diciotto anni. Il sondaggio Gallup rivela che il “sentiment” repubblicana per Israele è diminuito del 13% nell’ultimo anno, mentre quello democratico è calato del 6%.

E così mentre il 65% degli americani ha dichiarato lo scorso anno di essere “più comprensivo” nei confronti di Israele rispetto ai palestinesi, il 59% ha affermato lo stesso nel 2019, registrando un calo di sei punti. Questo declino è il più grande nel corso di un anno nella storia del sondaggio, iniziato nel 2001. Il numero di americani che hanno affermato di simpatizzare di più con i palestinesi, tuttavia, è rimasto invariato lo scorso anno, rimanendo al 21%.

'ambasciatore degli Stati Uniti in Israele David Friedman, a sinistra, e il consulente americano per la sicurezza nazionale John Bolton,

L’ambasciatore Usa in Israele David Friedman e John Bolton,

L’indagine ha rilevato che il declino del gradimento per Israele si è estesa sia ai democratici che ai repubblicani. Mentre il sostegno a favore di Israele tra i democratici è calato del 6%, il sostegno repubblicano è diminuito del 13%, una cifra sbalorditiva alla luce della crescita del presidente repubblicano Donald Trump e del suo rapporto molto stretto con il primo ministro Benjamin Netanyahu.

La percentuale di repubblicani che dicono di simpatizzare maggiormente con Israele nel conflitto è scesa dal massimo storico dell’87% nel 2018 al 76% di oggi.

Condividi