Germania, stuprata e uccisa
una ragazza ebrea di 14 anni

magonza-768x432

di Adir Amon –

Una ragazza ebrea di 14 anni è stata stuprata e poi uccisa a Wiesbaden, a nord di Magonza. La ragazza era scomparsa il 22 maggio.

Secondo le prime ricostruzioni della polizia, scrive Bild online i sospetti sarebbero ricaduti su un profugo iracheno di 20 anni, Ali Bashar, fuggito con la sua famiglia nel Paese d’origine per evitare l’arresto. Nelle indagini relative all’omicidio è stato arrestato un uomo di 35 anni di origine turca, sospettato insieme al ventenne iracheno, di aver violentato e ucciso la ragazza nella notte fra il 22 e il 23 maggio scorso: la giovane era uscita con delle amiche, ma non è più tornata a casa.

C_2_articolo_3144660_upiImagepp-kqMI-U43500328043733x0H-1224x916@Corriere-Web-Sezioni-593x443

Secondo la Procura, i due uomini sarebbero entrambi sospettati del delitto: avrebbero abusato della ragazzina, l’avrebbero uccisa e poi ne avrebbero seppellito il corpo.

“Una giovane vita è stata è stata spezzata – ha detto il Consiglio centrale degli ebrei in Germania (Susanna era un membro della comunità ebraica di Mainz) –  in modo crudele. Contiamo che al più presto si faccia piena chiarezza della vicenda, e che tutti i colpevoli finiscano in prigione”

Condividi