Sukkot, per undici giorni
chiusi i valichi di frontiera

epa06227418 Israeli Border Police separate as a policeman and his sniffer dog pass through the line near the scene of a shooting attack at the entrance to the Jewish settlement of Har Adar, near Jerusalem, in the West Bank, 26 September 2017. According to reports, the gunman, not yet been identified, arrived with a group of Palestinian laborers and opened fire on Israeli police guards killing three people and leaving a fourth seriously injured. The attacker was shot dead after the incident, media added. EPA/JIM HOLLANDER

Israele ha deciso in via straordinaria di chiudere i valichi di transito con la Cisgiordania per 11 giorni consecutivi in occasione della ricorrenza ebraica del Sukkot (la festa dei Tabernacoli) che inizia il 4 ottobre e dura una settimana.

Ghilad Erdan

Ghilad Erdan

Questa chiusura includerà anche il sabato successivo, 14 ottobre. La decisione, ha spiegato alla radio militare il ministro per la sicurezza interna Ghilad Erdan è dovuta al timore di attentati. Il ministro ha menzionato in particolare l’attentato del 26 settembre nell’insediamento di Har Adar (dove un palestinese ha ucciso tre guardiani israeliani prima di essere ucciso a sua volta) ed il recente arresto di tre arabi israeliani sostenitori dell’Isis che, secondo i servizi di sicurezza, progettavano un attentato armato nella Spianata delle Moschee analogo a quello che vi avvenne nel luglio scorso.

(Ansamed)

Condividi