Tel Aviv e Gerusalemme
Quando il cuore
batte diversamente…

F190409GY31-e1554847942791-640x400

i leader di Blu e Bianco hanno stravinto a Tel Aviv e straperso a Gerusalemme

Distanti geograficamente 60 chilometri, Gerusalemme e Tel Aviv tornano anche oggi ad esprimere due società molto differenti: nella prima hanno spopolato i partiti nazionalisti e confessionali che sostengono il premier Benyamin Netanyahu, mentre nella seconda Benny Gantz e la sinistra hanno sbaragliato i rivali politici.


A Gerusalemme il Likud ha ottenuto quasi il 25 per cento ed assieme con i suoi alleati ha preso quasi l’80 per cento dei voti. Il partito Blu-Bianco non e’ andato oltre il 12 per cento.
A Tel Aviv, all’opposto, Gantz ha raccolto quasi la meta’ dei voti ed assieme con le liste di sinistra ha raggiunto il 65 per cento dei consensi. Il Likud, a Tel Aviv, non supera il 19 per cento.
Considerata un tempo citta’ proletaria e di sinistra, Haifa ha visto ieri un pareggio (49-49) fra i due blocchi rivali. Nel Neghev, a Beer Sheva, le destre hanno vinto alla grande (77 per cento), lasciando a ‘Blu-Bianco’ solo il 17 per cento.

(Ansamed)

 

Condividi