Tel Aviv, la Calabria segreta
e le origini ebraiche in Italia

irettore dell'istituto cultura italiana in Tel Aviv Massimo Sarti e Manuela Procaccia regista del documentario

Il direttore dell’istituto cultura italiana in Tel Aviv Massimo Sarti e la regista Manuela Procaccia 

 di Margherita Borsa –

Al sesto piano del palazzo di Rehov Hamered 25 a Tel Aviv, all’istituto di cultura italiana, si è svolto l’incontro  “chi sono gli ebrei segreti della Calabria “ per parlare, attraverso un documentario, delle origini ebraiche in Italia, e in questo caso in Calabria.

_Margherita Borsa 3

_Margherita Borsa

L’introduzione all’argomento lo espone egregiamente il direttore del centro Massimo Sarti (in partenza i prossimi 3/4 anni sarà a Malta) presentando la regista Manuela Procaccia, il produttore Carl Perkal e Angela Sgambattera e Domenica Sorreti esponenti della comunità calabresi che hanno testimoniato il loro impegno, con il sostegno delle istituzioni locali, per la realizzazione del filmato, e il loro coinvolgimento emotivo durate le riprese del documentario.

il produttore Carl Perkal del documentario

Carl Perkal

Emozioni che sono riaffiorate, emozionando il pubblico presente. Sarti  ha anche accennato dello svolgimento del Festival del cinema a Gerusalemme e degli importanti appuntamenti in calendario (su: http://jff.org.il/en, si possono trovare il calendario e tutte le informazioni inerenti)
Come detto Sarti è in partenza per il suo nuovo incarico professionale a Malta. D’obbligo la domanda: sta per lasciare Tel Aviv, cosa le ha dato questa città? “Dinamismo, una città che ho potuto constatare essere sempre attiva. In nessuna parte la vita é cosi dinamica, nemmeno a Tokyo. Una città che vive il presente, attribuibile, forse, al fatto che sempre sotto assedio”.

Condividi