Torino-Comunità ebraica
Prove di riconciliazione

torino-batsheva

La sindaca Chiara Appendino e l’assessore Marco Giusta hanno ricevuto a Palazzo di Città, Noemi Di Segni, presidente dell’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane, e Dario Disegni, presidente della  Comunità Ebraica di Torino. L’incontro dopo la mozione anti-Israele «Paese occupante» approvata dal Comune di Torino.

images

Chiara Appendino

 E’ stato un incontro cordiale, nel corso del quale la sindaca Appendino e Noemi Di Segni hanno convenuto sulla necessità di adoperarsi tutte e tutti – dalle istituzioni dello Stato, a quelle di livello locale e ai rappresentanti delle diverse comunità – affinché si creino le condizioni per percorrere, con consapevolezza, la strada della buona volontà e del dialogo tra le parti al fine di portare concretamente e con iniziative e azioni positive, in quella parte del Medio Oriente tormentata ormai da troppo tempo, una  pace giusta e duratura insieme nel rispetto dei diritti del popolo israeliano e del popolo palestinese.

index

Noemi Di Segni

“Ritengo sia doveroso da parte nostra, mia e del Consiglio comunale di Torino – ha sottolineato Chiara Appendino – ascoltare le ragioni di tutti per poter portare un contributo utile alla costruzione di ponti di dialogo e all’abbattimento dei muri di odio e intolleranza. E in questa direzione, sono convinta, deve andare ogni nostro sforzo”.

Dario Disegni

Dario Disegni

Torino è gemellata sia con l’israeliana Haifa sia con la palestinese Gaza e, con la città di Betlemme, ha avviato da tempo progetti di cooperazione internazionale. Elementi questi, che insieme alle eccellenze che connotano il capoluogo piemontese,  possono senza dubbio favorire lo sviluppo di rapporti di collaborazione tra società civile, mondo della cultura e della ricerca scientifica e sistema imprenditoriale delle due realtà.

(Torino Oggi)

Condividi