Trump e Netanyahu
“La pace è più vicina”

img772414

Donald Trump e Benyamin Netanyahu

“Credo in un rinnovato sforzo per raggiungere la pace tra israeliani e palestinesi”, ha detto Trump a Gerusalemme con il premier israeliano Benyamin Netanyahu. “E’ uno dei compiti più duri ma sono sicuro che alla fine si potrà conseguire un risultato”. Il premier israeliano Benyamin Netanyahu, che ha ringraziato Trump “per il cambio della politica Usa verso Teheran”, ha aggiunto: “Per la prima volta nella mia vita, vedo una reale speranza per il cambiamento del mondo arabo verso Israele”.

epa05981117 US President Donald J. Trump (4-L) holds a speech during a welcoming ceremony at Ben Gurion Airport in Lod, outside Tel Aviv, Israel, 22 May 2017. Trump arrived for a 28-hour visit to Israel and the Palestinian Authority areas on his first foreign trip since taking office in January. On the podium are (L-R) the wife of Israeli Prime Minister, Sarah Netanyahu, US First Lady Melania Trump, Israeli First Lady Nehama Rivlin, Israeli President Reuven Rivlin and Israeli Prime Minister Benjamin Netanyahu. EPA/JIM HOLLANDER

“Grazie per la sua storica visita in Israele che avviene nella sua prima missione all’estero”, ha detto il premier Benyamin Netanyhu nel discorso di benvenuto al presidente Usa, che ha sempre chiamato per nome. Netanyahu ha poi detto che “Israele cerca la pace” e accennando al volo diretto tra Riad e Tel Aviv di Trump ha aggiunto: “Spero che anche un giorno il premier di Israele possa volare da Tel Aviv a Riad con un volo diretto”.

“Nel mio viaggio in questi giorni ho trovato nuove ragioni di speranza”, ha detto dal canto suo il presidente Trump nel suo discorso all’aeroporto Ben Gurion. “Abbiamo un’opportunità rara di portare stabilità e pace nella regione e devo ringraziare Netanyahu per gli sforzi che sta facendo per rinnovare il processo di pace con l’Autorità Palestinese”. E poi ha aggiunto. “Sono venuto per ribadire il legame che non può essere spezzato tra Stati Uniti e Israele”.

epa05980961 US President Donald J. Trump (2-L) and his wife, US First Lady Melania Trump (3-L) are welcomed by Israeli Prime Minister Benjamin Netanyahu (3-R) upon arrival at Ben Gurion Airport, in Lod outside Tel Aviv, Israel, 22 May 2017. Trump arrived for a 28-hour visit to Israel and the Palestinian Authority areas on his first foreign trip since taking office in January. EPA/JIM HOLLANDER

Il presidente degli Stati Uniti ha poi parlato dell’Iran. Parole decise, forti : non concederemo mai l’arma nucleare all’Iran. “Usa e Israele possono dichiarare ad una voce che all’Iran non sarà mai, mai, mai concesso di avere un arma nucleare. L’Iran deve smettere di addestrare e finanziare i gruppi terroristici e le milizie. C’è un profondo consenso nel mondo” su questo, “incluso nel mondo musulmano”.

Riferendosi al suo viaggio in Arabia Saudita, Trump ha detto: “re Salman pensa in modo intenso e, posso dirvelo, gli piacerebbe molto vedere la pace tra israeliani e palestinesi”. “Molti leader musulmani – ha continuato – hanno espresso la loro determinazione nella volontà di aiutare a mettere fine al terrorismo e alla diffusione della radicalizzazione. C’è una crescente consapevolezza tra i vostri vicini arabi di avere una causa comune con voi su questa minaccia posta dall’Iran”.

(Ansa)

 

Condividi