Un disegno di legge per garantire
l’educazione dell’Olocausto
nelle scuole degli Stati Uniti

Carolyn Maloney e Danny Dayan e membri di vari gruppi di difesa ebraica

Carolyn Maloney e Danny Dayan e membri di vari gruppi di difesa ebraica

di Nick Gimbel –

Un disegno di legge, introdotto dal membro del Congresso Carolyn Maloney, dovrebbe introdurre gli studi sull’olocausto nei programmi scolastici nelle scuole statunitensi e istituire un fondo federale per fornire agli insegnanti le risorse necessarie. Attualmente solo otto stati richiedono uno studio obbligatorio della Shoah (California, Florida, Illinois, Indiana, Michigan, New Jersey, New York e Rhode Island).

l disegno di legge bipartisan cerca di introdurre studi sull’olocausto nel curriculum del sistema educativo statunitense e stabilisce un fondo federale che fornirebbe agli insegnanti le risorse e insegnare gli orribili dettagli dell’Olocausto e le sue conseguenze, nonché sviluppare libri di testo e seminari su il soggetto. Il disegno di legge arriva sulla scia di una recente ondata di attacchi antisemiti negli Stati Uniti.

Parlando alla stampa al Centro per la storia ebraica, la Maloney accompagnata dal consolato generale d’Israele a New York, Danny Dayan, ha affermato che questo è un passo importante nella lotta all’aumento dell’antisemitismo in America .

Sinagoga in California vandalizzata

Sinagoga in California vandalizzata

“L’aumento dell’antisemitismo nel nostro paese è estremamente inquietante – ha detto la Maloney – e sono terrorizzato dal fatto che le persone vengano picchiato e ferite perché sono ebrei. Bisogna  prendere misure per combattere questo odio. Dobbiamo iniziare a educare le persone, specialmente i nostri giovani, sugli orrori dell’Olocausto e su come l’odio, il male, l’intolleranza e l’ignoranza possano portare all’omicidio di massa”.

I dati diffusi dal dipartimento di polizia di New York ivelano che almeno 180 episodi di antisemitismo si sono verificati nella città nel 2018, il che rappresenta un aumento del 22% rispetto all’anno precedente e un aumento del 38,6% rispetto al 2016

Secondo la Anti-Defamation League, un’associazione non-profit ebraica che combatte l’odio razziale negli Stati Uniti, c’è stato un aumento del 60% degli incidenti antisemiti nel paese tra il 2016 e il 2017

Condividi