Un israeliano su tre crede
che anche dopo il voto di marzo
la Knesset non avrà una maggioranza

37448CAC-E9A1-4C86-908A-172CA24EAB5C1181x563

di Daniel Harkov –

Un sondaggio, condotto da Maagar Mochot, ha mostrato che più di un terzo degli israeliani crede che anche queste elezioni in programma a marzo, non risolveranno nulla e che un quarto turno di elezioni sia dietro l’angolo.L’indagine ha mostrato che se oggi si tenessero le elezioni, Blue e White otterrebero 34 seggi, cocntro i 32 di  Likud ne riceverebbe 32. La Lista araba congiunta manterrebbe il suo posto come terza, passando da 13 a 14 seggi della Knesset.

Benjamin Netanyahu e Benny Gantz

Benjamin Netanyahu e Benny Gantz

Yamina di destra avrebbe  nove seggi della Knesset, diventando così il quarto partito più grande e sarebbe seguita da vicino da Shas sefarditi-haredi, Ashkenazic-haredi UTJ e da sinistra-laburista-Gesher-Meretz, ciascuno con otto seggi Knesset.

Diviso in blocchi, il blocco religioso di destra avrebbe vinto 57 seggi della Knesset, mentre il centro-sinistra ne avrebbe vinti 56, esattamente l’opposto di un precedente sondaggio di Maariv .

Alla domanda su chi sia più adatto a ricoprire il ruolo di primo ministro, il 47% degli intervistati ha dichiarato che il primo ministro israeliano Binyamin Netanyahu è la persona migliore per il ruolo, mentre il 35% ha dichiarato che il leader blu e bianco MK Benny Gantz sarebbe la scelta migliore. Un altro 18% ha dichiarato di non saperlo.

 

 

 

Condividi