Una batteria aggiuntiva Iron Dome
dispiegata in difesa di Be’er Sheva

1 razzi

di David Sinai –

Il vice ministro della Difesa Eli Ben-Dahan ha annunciato  che una batteria aggiuntiva Iron Dome sarà dispiegata nell’area Be’er Sheva. La decisione è stata presa in seguito al lancio del razzo che ha colpito una casa a Be’er Sheva.

Eli Ben-Dahan

Eli Ben Dahan

Da più parti ci si chiede le batterie se le batterie Iron Dome schierate nel sud del paese abbiano subito un malfunzionamento non neutralizzando il razzo che ha distruttoi piani alti della casa. Molte ipotesi ma nessuna certezza al momento. Per appurare come siano andate effettivamente le cose è stata aperta una inchiesta.

88276690100084640360no

Sette persone sono state sottoposte a trattamento medico per lo shock dopo l’attacco, tra cui una madre, Miri Tamano, di 39 anni e i suoi tre figli di 9, 10 e 12 anni, che erano in casa quando si è abbattuto il missile. Inoltre, tre persone sono state portate al Centro medico di Soroka, per farsi curare una serie di ferite.

88267610100287640360no

Miri Tamano, la madre single che ha salvato la vita dei suoi tre figli, ha detto che la famiglia ha bisogno di “beni di prima necessità … che non ha una casa dove andare … Non ho niente.” In seguito alla richiesta di assistenza il presidente dell’Agenzia ebraica Isaac Herzog ha annunciato che la sua organizzazione fornirà alla famiglia 8.000 NIS.

Verso le 8,30 del mattino, un allarme missilistico Code Red è stato nuovamente emesso nel sud di Israele, questa volta in due comunità del Consiglio regionale di Hof Ashkelon. Non ci sono state segnalazioni di lesioni o danni

 

Condividi