“Una risposta al Piano di Pace”
Attentato Hamas a Gerusalemme
Auto killer contro dodici soldati

epa08196976 Israeli police inspect the scene of a suspected car-ramming attack in Jerusalem, 06 February 2020. According to Israeli police, at least 12 soldiers were wounded, one seriously, in a suspected car-ramming attack in Jerusalem early morning of 06 February. The driver of the vehicle reportedly fled the scene and officers were carrying out searches, police added. EPA/YONATAN SINDEL

Dodici soldati israeliani sono rimasti feriti la notte scorsa nel centro di Gerusalemme dopo che un’auto ha fatto irruzione in un locale molto frequentato nella zona della movida notturna della Città Santa, e li ha investiti. Lo riferisce l’esercito israeliano precisando che uno di loro “è stato ferito in modo grave e trasportato in ospedale”. Per gli altri 11 si tratta di ferite leggere. Le forze di sicurezza hanno lanciato una caccia all’uomo in città per catturare l’attentatore che è in fuga.

AFP_1OQ836-U31402250702662iiH-U316019452431085pB-192x144@Corriere-Web-NazionaleUna risposta” al Piano di Pace di Trump. Così Hamas ha salutato l’attacco. “L’operazione della resistenza a Gerusalemme occupata – ha detto il portavoce di Hamas Hazem Qassem, citato dai media internazionali – è una risposta tangibile del nostro popolo al piano di distruzione di Trump”. Già ieri Hamas aveva chiamato i palestinesi “ad aumentare i confronti con l’occupazione e i suoi coloni”.

“E’ solo questione di tempo, e neppure tanto, ma prenderemo l’aggressore. Il terrorismo non ci sconfiggerà, saremo noi a vincere”, ha affermato il premier Benyamin Netanyahu.

(Ansamed)

Condividi