Un’ancora di più di tremila anni
all’Israel Museum di Gerusalemme

ancora-egizia

Esposta per la prima volta all’Israel Museum di Gerusalemme, nel quadro della mostra “Emoglyphs (emoglifici): scrittura per immagini dai geroglifici agli emoji”, un’ancora egizia risalente a 3.400 anni fa, scoperta per caso un anno fa da Rafi Bahalul, un veterinario israeliano che nuotava al largo delle coste di Atlit, a sud di Haifa.

Jerusalem-Israel-Museum-14-1024x683

Il manufatto, dalla tipica forma trapezoidale con un foro nella parte superiore e angoli arrotondati che era comune per le ancore dell’età del bronzo, presenta immagini (tra cui un ritratto di Seshat, la dea della scrittura) e geroglifici.

Secondo gli archeologi, il reperto faceva parte originariamente di un rilievo decorativo di un importante edificio in Egitto, probabilmente un tempio o un palazzo reale. Ma poiché la pietra era un materiale prezioso, era assai comune il cosiddetto uso secondario (in questo caso come ancora).

(Israelenet)

Condividi