“Uno speciale Comitato ministeriale
per rinsaldare il legame con i Drusi”

Benjamin Netanyahu

Benjamin Netanyahu

Il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu si è soffermato sulla Legge per lo Stato nazionale recentemente approvata in Israele, definendola “vitale” per garantire che “Israele rimanga lo Stato nazionale ebraico per le generazioni a venire”.

druzeprotest-640x400

La manifestazione contro la legge Stato nazione di Tel Aviv

“I diritti individuali sono ancorati in molte leggi, a cominciare dalla Legge Fondamentale su Libertà e Dignità umana – ha detto Netanyahu – Nessuno ha intaccato né intende intaccare questi diritti individuali. Ma senza la legge sullo Stato nazionale non si può garantire che Israele rimanga lo Stato nazionale ebraico per le generazioni a venire. Il che accade perché finora solo i diritti individuali erano ancorati nelle leggi dello Stato, senza un contrappeso costituzionale a tutela del nostro elemento nazionale. Per questo abbiamo varato la legge sullo Stato nazionale: per garantire che lo Stato d’Israele rimanga non solo democratico, ma anche lo Stato nazionale del popolo ebraico, e solo del popolo ebraico, cosa vitale non soltanto per la nostra generazione ma anche per le generazioni future”.

cb88c67be4cd887bc25fbfd68da46dab-1024x683-1024x683

Netanyahu ha poi aggiunto: “I nostri profondi legami con la comunità drusa e il nostro impegno nei suoi confronti sono altrettanto importanti. Pertanto, istituiremo uno speciale Comitato ministeriale con il compito di promuovere questa relazione e questo impegno, e allo stesso tempo di dare pieno riconoscimento a tutti coloro che servono nelle Forze di Difesa israeliane e nei servizi di sicurezza, a qualunque comunità o religione appartengano”.

(Times of Israel)

Condividi