Vandalizzata a Strasburgo
la memoria della vecchia sinagoga
Ma cos’è diventata la Francia?

000_1E419J-e1551531661687-640x400

Vandalizzata la pietra commemorativa della Sinagoga di Strasburgo, che fu distrutta dai nazisti durante la seconda guerra mondiale

di Franco Meda –

Francia antisemita. Ogni giorno di più, tremendamente di più, drammaticamente di più. Un’ondata di violenza antisemita e di discorsi di incitamento all’odio ha scosso quella Francia, che ha a lungo dibattuto con la sua storia di discriminazione e pregiudizio contro gli ebrei. Il numero di reati antiebraici denunciati alla polizia è salito a 541 l’anno scorso dal 311 del 2017. Ma ormai l’escalation è forsennata. Ormai non c’è giorno che si è costretti a constatare un episodio d’odio razziale, di antisemitismo. Dozzine di cimiteri ebraici sono stati profanati e sono state trovate svastiche sulle porte delle case della gente. La paura si diffonde.  

000_1E419F-e1551531675651-640x400

L’ultimo episodio si è registrato a Strasburgo dove la pietra commemorativa che segna il sito della vecchia sinagoga di Quai Kleber bruciata dai nazisti durante la seconda guerra mondiale, è stata barbaramente vandalizzata durante la notte

“Un nuovo episodio di antisemitismo nella nostra città – ha scritto il sindaco Alain Fontanel su Twitter- postando una foto che mostrava una grande lastra di marmo nero che era stata buttata giù dal suo basamento. “Il municipio  stava lavorando con la polizia per rintracciare i responsabili. Purtroppo, la storia si ripete…”

 

 

Condividi