Venti anni, un sergente dell’Idf
ucciso da una pietra a Ramallah

img837162

Ronen Luvarski

di David Sinai –

Lo hanno colpito con una grossa pietra, un blocco di marmo giusto in testa che ha rotto l’elmetto. Trasportato all’ospedale dopo 24 in cui è rimasto privo di sensi e con la respirazione artificiale è morto. 

Avigdor Liberman

Avigdor Liberman

Il sergente di vent’anni Ronen Luvarski, era un residente di Rehovot ed era un combattente nell’unità d’élite Duvdevan. L’IDF lo ha promosso al sergente del personale postumo. Luvarski è stato gravemente ferito durante un’operazione militare di routine alla periferia di Ramallah, quando la sua unità ha arrestato membri di una cellula terroristica nota per effettuare attacchi contro civili in Giudea e Samaria. Il killer non è stato individuato

Il ministro della Difesa Avigdor Liberman  ha twittato: “I nostri cuori sono con il combattente Duvdevan e la sua famiglia. Il vile terrorista che lo ha ferito non lo sa che lo cercheremo giorno dopo giorno. E presto avremo le nostre mani su di lui, vivo o morto”.

Reuven Rivlin

Reuven Rivlin

Il presidente israeliano Reuven Rivlin ha dchiarato: “Sono stato profondamente rattristato dal ricevere la notizia della morte del sergente dell’IDF Ronen Luvarsky. Ieri sera ho potuto parlare ai suoi genitori e ai suoi fratelli. In questo momento difficile, voglio offrire forza anche ai meravigliosi combattenti e comandanti della sua unità, i migliori dei nostri giovani, che escono ogni sera su operazioni che assicurano che siamo in grado di portare avanti il nostro quotidiano vive in sicurezza. Sentiamo il dolore della famiglia e dell’unità e li abbiamo nel nostro cuore. Possa la memoria di Ronen essere benedetta”.

.

Condividi