Minacce, avvertimenti, intimidazioni
Vilnius, chiusa la sinagoga
per “ragioni di sicurezza”

Sinagoga di Vilnuis

La sinagoga di Vilnuis

di Albert Breme –

 La comunità ebraica della Lituania ha temporaneamente chiuso l’unica sinagoga funzionante della capitale Vilnius, ufficialmente per questioni di sicurezza.  “La comunità ebraica lituana ha ricevuto minacciose telefonate e lettere negli ultimi giorni”, ha scritto Martina Faina Kukliansky, presidente della comunità. “Chiudere la sinagoga è stata una decisione dolorosa ma inevitabile”  

DSC_0968

220px-Jonas_Noreika_generolas_Vetra_plaque

Kazys Škirpa

Kazys Škirpa

Il mese scorso il sindaco di Vilnius Remigijus Šimašius ha ordinato la rimozione di una controversa targa nel centro di Vilnius che onorava Jonas Noreika, un collaboratore delle autorità naziste che viene celebrato postumo in Lituania come un eroe per la lotta contro il comunismo.

Ma non è tutto. Una buona notizia. In questa ondata di antisemitismo che sta attraversando la Lituania il comune di Vilnius il mese scorso ha anche votato per rinominare la strada a Kazys Škirpa, ufficiale militare e diplomatico l   fondatore del Fronte attivista lituano, l’uomo che voleva  che gli ebrei fossero cacciati dalla Lituania.Un segnale importante. E quanto votato si è trasformato in realta. Via Kazys Škirpa non esiste più: è diventata ““Via della bandiera Lituana”. Una buona notizia.

66455177_357391198305855_5346773549493256192_n

 

 

Condividi